Techno-idiozie (ma dietro ci stanno persone)

Le elenco sinteticamente, perchè gli idioti si raccontano ma non gli si dà mai troppo spazio: potrebbero pensare d’essere importanti. Questo testo spero serva a chi le dovrà subire, prima o dopo, queste idiozie.

1. Telecom Italia

Mi fatturano il Conto dell’ufficio con una residenza errata. Gli segnalo l’errore, mi rispondono che non possono inserire la via e il civico dove abito realmente perché nel loro database NON RISULTA quel civico. Idioti, ci sono tre utenze Telecom a quell’indirizzo!

Non mi indicano nell’elenco telefonico con il dott. davanti al nome perchè devono avere una “visura camerale” per potermi attribuire il titolo professionale. Replico che i professionisti non sono iscritti alla Camera di Commercio, bensì ad Ordine professionale, e gli mando il certificato d’iscrizione: Non basta: serve sempre e comunque la visura camerale. Amen.

Telecom Italia non vede Unicredit, non si vedono proprio telematicamente. Sono a tre tentativi di addebito in conto corrente della bolletta, ma non vanno a buon fine perchè Telecom Italia – sempre lei – sostiene che Unicredit sbaglia la procedura. Intanto i soldi che si sono presi come acconto, e che dovrebbero restituire al compimento dell’operazione, se li tengono ben stretti da un anno.

2. Poste Italiane

Ha in delega l’incasso e la gestione dei pagamenti sul portale dell’Agenzia del Territorio. Quattro opzioni di pagamento telematico, tre delle poste stesse, una con carta di credito. Provo a pagare con Visa Unicredit, procedura bloccata. Provo a pagare con Visa Antonveneta, procedura bloccata. Telefono. Perchè? Eh… probabilmente le mie carte di credito non sono inserite in una White List di carte accettate. White list? Si tratta di Visa delle due principali banche italiane. Devo forse pagare con una Visa rilasciata dalla Banca di Credito Cooperativo dell’Alta Etruria Antica e Moderna Insieme, perchè tutto vada a buon fine? No. Con una PostaPay il sistema si è bevuto il denaro come fosse acqua… Poveretti, non provateci nemmeno, fate più bella figura.

3. Register.it

Mi blocca l’accesso FTP a 9 siti, senza preavviso. Telefono. Suggerisco la soluzione: mi avete bloccato l’indirizzo IP del provider con il quale mi connetto. Giusto. Perchè? Perchè quell’indirizzo IP è inserito – stavolta – in una black list di IP pericolosi, in pratica ragazzini smanettoni che cercano di entrare in qualche sito. Mi dicono che LORO non possono farci nulla, e quindi il problema è mio e devo cambiare provider! Ma siete scemi? Cambiare contratto di connettività perché voi siete degli incapaci? Mica lo voglio io condividere quell’indirizzo IP, mi è fissato dalla Telecom! Alla fine la spunto io, ma per accedere al sito mi fanno fare ogni volta diversi loop. Ragazzi, studiate informatica invece di guardare Italia1!

L’Italia informatica fa pena, qualcuno lo dica a Brunetta, che pare però sia scomparso dal giardino dove viveva con una Biancaneve di cemento colorato.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...